Manutenzione stradale a Roma

Siamo in pieno Giubileo, molti funzionari comunali arrestati per corruzione anche negli appalti di manutenzione, dimesso il Sindaco Marino forse solo per incapacità,oggi comanda il Prefetto Tronca ma il dissesto delle strade di Roma resta quello di prima. E’fuori di ogni logica che il Comune di Roma non faccia nulla o quasi per andare incontro alle necessità primordiali dei propri cittadini, che pagano tasse comunali esose per avere servizi essenziali decenti e privi di gravi pericoli per la propria incolumità. Mantenere le strade di una città in ordine è requisito essenziale per attrarre visitatori ma anche per garantire una vivibilità decente ai propri cittadini.Ciò si può ottenere facilmente  se chi amministra la città e chi ci abita possedessero una media cultura della manutenzione; cosa rara nel nostro Paese. Qui si è ormai assuefatti verso queste brutture mentre in tutte le altre Nazioni europee tale cultura è molto sviluppata. Ci stanno superando i paesi del Magreb come si può facilmente controllare andando a Tunisi o in qualunque città del Marocco.Oggi, per carità di patria, non scrivo di rifiuti solidi urbani, lo farò in una prossima noticina, che non vorrei definire articolo.

 

Annunci